Accessi limitati alle spiagge, distanziamento sociale, cene incartate nel plexiglas… se penso alle vacanze estive il mio immaginario crea una realtà diversa dalla “normalità” (ma cosa possiamo definire normale in epoca covid-19?).

E allora si può cadere nello sconforto e rinunciare magari alle tanto attese vacanze estive. E no! Perché abbiamo lavorato più del solito, coordinando famigliari umani e a quattro zampe, gestito casa e i rapporti di vicinato. Ci meritiamo una vacanza? Direi proprio di sì. 

Io sono un’abitudinaria, ho un posto del cuore in cui passo le mie estati e a cui non voglio rinunciare, ma quest’anno dopo mesi di isolamento ho voglia di visitare nuovi luoghi e in modi diversi dal solito, nel rispetto delle regole e della tutela della mia famiglia e degli altri.

Diamo quindi il via a una rubrica dedicata ai mini itinerari, per ogni tasca e famiglia.

Iniziamo dal Salento, chi di voi conosce questo lembo di terra del sud Italia? Il Salento è parte della regione Puglia e idealmente inizia dopo la città di Brindisi fino alla punta più estrema dello Stivale. 

Questo itinerario è dedicato agli amanti del mare e della cucina mediterranea.

Come arrivare

Come raggiungere la destinazione:

  • è possibile atterrare all’aeroporto di Bari o di Brindisi (questo più vicino al nostro itinerario);
  • è possibile raggiungere Lecce con Trenitalia. 

Qualunque sia il mezzo di trasporto che sceglierete è indispensabile essere automuniti per poter visitare l’entroterra e la costa. Nessun problema per i bimbi, spesso le agenzie di noleggio auto offrono la possibilità di prenotare anche il seggiolino. Oppure potrete optare per il noleggio di un camper, evitando così i costi di pernottamento (qui l’articolo di Erica “Viaggiare in camper con bambini”).

Esiste anche un sistema di trasporto pubblico “Salento in Bus” ma sul sito non ci sono informazioni relative al 2020, prima di affidarvi a questo tipo di trasporto vi suggeriamo di chiamare il call center per non rischiare di rimanere a piedi.

Top five: i  luoghi imperdibili

Lecce

Chiamata anche la Firenze del Sud, Lecce custodisce una bellezza unica. Nel centro storico lo stile barocco racconta un’epoca sfarzosa e devota. In piazza Sant’Oronzo è possibile ammirare l’arte di epoche diverse:

  • il Palazzo del Seggio (il “Sedile”) in stile rinascimentale si innalza sulla piazza con eleganza;
  • la chiesa di Santa Maria delle Grazie, anch’essa in stile rinascimentale;
  • l’Anfiteatro, di forma ellittica e la colonna romana, con accanto la statua bronzea di Sant’Oronzo, patrono della città, testimoniano l’epoca romana.

Imperdibile è la Basilica di Santa Croce la cui costruzione è stata terminata tra il 1500 e 1600 è un mix tra stile classico e barocco.

Otranto – Santa Maria di Leuca

Otranto è un gioiello, il borgo è racchiuso tra le mura del Castello Aragonese e si affaccia sul mare cristallino che caratterizza il salento. Otranto ha veramente tutto, buona cucina, spiagge attrezzate e una fervida movida.

Partendo da qui potrete godere le bellezze salentine in un percorso lungo tutta la costa, ecco gli imperdibili:

  • Cava di bauxite
  • Punta Palascia, il punto più orientale d’Italia
  • Porto Badisco 
  • Cala dell’Acquaviva


Il Giardino Botanico La Cutura

Una visita interessante per i piccoli di casa è al Giardino Botanico. Questo gioiello si estende per 35 ettari ed ospita una delle più ricche raccolte di piante rare: grasse e tropicali, labirinti e una fattoria nascosta!

Per info: www.lacutura.it

Le spiagge per bambini 

In Salento non mancano lidi attrezzati ma una volta arrivati ci si può sentire spaesati, ecco 3 spiagge che possiamo consigliarvi. Tutte le spiagge hanno caratteristiche simili: acqua cristallina e bassa vicino alla riva, sabbia su cui costruire castelli, lidi attrezzati con giochi per bambini e bagnini.

  • Alimini: posti sul versante orientale fuori Otranto sono i luoghi ideali dove passare giornate intere. Una folta pineta in cui rilassarsi nelle ore più calde è il fiore all’occhiello.
  • Pescoulose “le Maldive del Salento”: marina di Salve, si trova sullo Jonio ed è a metà strada tra Gallipoli e Leuca.
  • Punta Prosciutto: meno conosciuta rispetto alla vicina Torre Lapillo, è parte della Riserva Naturale Palude del Conte e Duna Costiera. Qui potrete vivere il Salento autentico e incontaminato, non dimenticate sdraio e ombrellone!

Dove soggiornare 

Per i bambini l’ideale sarebbe soggiornare in Masseria o in agriturismo: grandi spazi aperti, spesso con richiami al passato nell’arredo (un po’ di storia locale non fa mai male) e una buona cucina, genuina e salutare. 

Ecco due indirizzi dove dormire:

Agriturismo Biologico Le Fontanelle Otranto

Agriturismo le Scalelle

Buon viaggio!

 

Sara Nuzzo
Sara Nuzzo

Mi chiamo Sara, sono una mamma lavoratrice e da diversi anni mi occupo di social media e copywriting. Vivo in pianura ma amo il mare, il sole e il vento. Mi circondo di buoni amici, di libri non letti e di appunti sulla scrittura. Nel libro della mia vita ho scritto un nuovo capitolo dal titolo "Elena", un chiaro esempio di poema epico ricco di quotidiane gesta eroiche tra pannolini, pappe e momenti unici.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.