Da qualche mese sto testando il nuovo TomTom Spark, l’orologio GPS per il fitness. Questo device, dispone di ben 3GB di spazio per l’archiviazione di brani musicali, infatti è possibile ascoltare musica direttamente dal proprio orologio, con più di 500 brani a scelta, niente più smartphone e scomode cuffiette mentre si corre sul tapis rullant. Si possono importare playlist e si controlla il volume direttamente dal filo e si ricevono comandi vocali in cuffia.

Un’ottima funzione è quella del rilevamento delle attività 24/7, TomTom Spark infatti registra tutte le nostre attività, tra cui rileva passi (funzione che ho fruttato tantissimo a Berlino), minuti di attività e calorie bruciate. Inoltre monitora la frequenza cardiaca con il cardiofrequenzimetro integrato.

Tramite Bluetooth è possibile collegare il proprio orologio allo smartphone, selezionando “Telefono” nel menu Impostazioni del TomTom Spark.

TomTom Spark

Come un vero personal trainer valuta i progressi, mettendoci alla “prova” con un obiettivo giornaliero o settimanale. Passi, calorie, distanza o tempo di attività.

I contenuti musicali si gestiscono facilmente tramite l’app TomTom My Sports, comodissima è anche la versione web, in cui posso vedere i miei progressi, visualizzare le tue attività su una mappa (es per allenamento corsa) ed impostare le sessioni di allenamento, scelgo di gareggiare contro le tue prestazioni precedenti durante la corsa.

app_tomtom

Integrare la musica è un’idea per l’amatore. E lo dimostra la stessa attività promozionale di TomTom incentrata sul “non serve più lo smartphone”. Ma è una rarità in questa fascia del mercato ed è un piacere vederla anche ben integrata nel software anziché buttata lì giusto per. Sono dettagli che rendono Spark/Runner 2 un prodotto consigliato a molte più persone.

Puoi scegliere tra 4 versioni diverse in base al tuo allenamento:

TomTom_spark:

 

Frenci Bello
Frenci Bello

Mi chiamo Francesca Bello, vivo a Varese e sono una Digital Strategist Freelancer con 10 anni di esperienza. Il mio lavoro consiste nella creazione di una strategia e di concept creativi in campo Digital e Social Media. Social Media Marketing e Management, Advertising, Graphic Design e sviluppo website. Da Agosto 2018 sono diventata mamma di Bernardo, e questa è stata l'occasione per trasformare il mio blog in un magazine dedicato a mamme e bambini. In questo progetto meraviglioso ho la fortuna di aver trovato persone speciali, che condividono nei loro post le proprie esperienze e (dis)avventure.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Geek Mum Magazine è un progetto nato da Francesca Bello. Oggi la redazione conta 9 editor, mamme e alcune di loro freelancer.