In questo post vi racconto la mia esperienza dello svezzamento con Bernardo e vi consiglio qualche tools e letture utili per affrontare al meglio questa fase!

Arrivati verso i 4/6 mesi è il momento di pensare allo svezzamento, una tappa a dir poco fondamentale nella crescita dei nostri neonati.

Per questo motivo è importante assecondare i segnali che ci fanno capire che giunto il momento di iniziare questo percorso. Ad esempio i suoi progressi psicomotori saranno sempre più frequenti ad esempio inizierà infatti a tenere su la testa, a giocare con i suoi piedini, a riconoscere i volti, e anche la sua vista finirà di svilupparsi completamente.

Per iniziare questa fase delicata, si deve chiedere supporto al pediatra soprattutto perchè non tutti i neonati sono uguali, e questa figura sarà in grado di fornirci le giuste informazioni su cosa iniziare a proporre come alimentazione complementare al latte sia in che modo e in che tempi introdurre i nuovi alimenti.

LEGGI ANCHE: Baby foodie crescono: app, servizi online e letture per lo svezzamento 2.0

Da qualche settimana anche io e Bernardo abbiamo iniziato l’introduzione di cibi solidi, di base ci vuole molta, moltissima pazienza e ritagliarsi dei momenti in cui con calma ci si dedica a questa attività, cercando di non forzare troppo il neonato.

Noi ad esempio, abbiamo iniziato dalla frutta omogeneizzata come la mela, e la pera, che grazie al sapore dolce, sono i più graditi! 😉

Anche se ho scoperto che il mandarino è il suo preferito. Per “mangiarlo” usiamo questo comodo strumento facilmente reperibile nei supermercati o su Amazon.

Nuby

Una volta introdotta la frutta, siamo passati ad un primo pasto durante la giornata, nel nostro caso all’ora di pranzo. Per questa prima fase abbiamo optato per una base di brodo vegetale, crema di riso e verdure come ad esempio carota o zucchina. E successivamente con l’introduzione di carne bianca, nel suo caso vitello e pollo che sono stati apprezzati a pieni voti! 🙂

Dopo qualche giorno, abbiamo inserito nella routine giornaliera anche la cena, in questo caso a base di latticini, quindi con la base di brodo vegetale, crema di tapioca, mais ecc e un formaggino morbido!

Di base sto facendo il possibile per abituarlo ad un’ampia varietà di sapori così da poter sperimentare una cucina sempre diversa, senza dimenticare il latte, ancora fonte principale di nutrimento in questa fase! 🙂

Piatto Philips Avent – Cucchiaino YOOFOSS

Ora passiamo ai tools che utilizziamo

1. Il bavaglino Io ho scelto la versione in silicone perchè consigliato da tante amiche e soprattutto comodissimo da lavare ogni volta che si mangia. Ce ne sono di economici anche su Amazon.

Bavaglino di silicone

2. Piattini 
Usiamo quelli antiscivolo di Philips Avent, colorati e comodi soprattutto per le prime pappe!

Piattini Philips Avent

3. Cucchiaino
Al momento troviamo comodi quelli di YOOFOSS perchè morbidi e soprattutto con una forma molto arrotondata, inoltre l’impugnatura ergonomica permette di raggiungere il fondo del piatto. Si possono lavare in lavastoviglie, adatti al forno a microonde e sterilizzatore!

Cucchiaino YOOFOSS

Infine vi lascio due letture che possono tornarvi comodo.

Il primo libro è “Io mi svezzo da solo” di Lucio Piermarini che ho scoperto grazie ai contenuti super interessanti di Verdiana Ramina che è una dietista che su Instagram ha dedicato delle stories in evidenza sul tema svezzamento, e vi suggerisco di seguirla perchè è davvero una guru!

Io mi svezzo da solo!

Il secondo invece è “W la pappa! Dall’introduzione dei cibi solidi all’alimentazione adulta. Educare i nostri figli, e noi stessi, a mangiare sano e vivere bio” di Paola Negri. È un supporto utile, ricco di informazioni, consigli concreti e proposte.

W la pappa!

Last but not least vi suggerisco di iscrivervi alla rivista UPPA Un pediatra per amico e di guardare sul loro sito dove si trovano tante informazioni interessanti sul tema!

Frenci Bello
Frenci Bello

Mi chiamo Francesca Bello, vivo a Varese e sono una Digital Strategist Freelancer con 10 anni di esperienza. Il mio lavoro consiste nella creazione di una strategia e di concept creativi in campo Digital e Social Media. Social Media Marketing e Management, Advertising, Graphic Design e sviluppo website. Da Agosto 2018 sono diventata mamma di Bernardo, e questa è stata l'occasione per trasformare il mio blog in un magazine dedicato a mamme e bambini. In questo progetto meraviglioso ho la fortuna di aver trovato persone speciali, che condividono nei loro post le proprie esperienze e (dis)avventure.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.