Il primo compleanno del tuo bambino si avvicina e tu sei in cerca dell’idea perfetta per stupirlo? Nonni e zii sono nel pallone e tu vorresti aiutarli con consigli mirati, per un regalo bello e al tempo stesso utile?

Sei stata invitata alla festa in cui il tuo nipotino o il figlio della tua amica spegnerà la sua prima candelina e non hai la più pallida idea di cosa acquistare?

Qualunque sia la tua situazione se mi stai leggendo probabilmente ti sarà utile questa lista di regali per il primo compleanno che ho stilato lo scorso anno quando anche io ero in crisi tra mille idee regalo tra cui non riuscivo a decidermi.

Ecco allora una serie di spunti per acquisti che possano far felici bambini e genitori, con regali preziosi, capaci di divertire, intrattenere, educare e aiutare i più piccoli nella loro crescita.

Cavalcabile

A forma di macchinina, di moto, di animale questi giocattoli evolutivi sono perfetti come regalo per il primo compleanno perché seguono la crescita del tuo piccolo.

Le diverse modalità, a dondolo, con poggiapiedi e a spinta, permettono al bambino di prendere confidenza con il mezzo: all’inizio potrai spingerlo con l’ausilio di un comodo maniglione e successivamente sarà lui a muoversi in autonomia, spingendosi con il movimento delle gambe.

Cavallo a dondolo

Un classico senza tempo. Ce ne sono di ogni tipo, da quelli in legno dal sapore vintage ai più moderni in plastica, coloratissimi. Alcuni di essi hanno anche l’opzione traino: in ogni caso, il divertimento è assicurato!

Tavolo multiattività

Un tavolo ricco di stimoli, attività educative e giochi sonori: ce ne sono davvero di tutti i tipi, in legno e plastica, con effetti luminosi, sonori, canzoncine che insegnano i numeri, le lettere, i colori, le forme e i versi degli animali e manopole e ingranaggi che stimolano la manualità e lo sviluppo delle attività motorie.

Il nostro aveva la possibilità di smontare le gambe: lo abbiamo usato all’inizio sul tappetone, poi man mano abbiamo aggiunto le parti mancanti e il mio bambino lo ha utilizzato come appiglio per reggersi e tirarsi in piedi, muovendo i primi passi attorno al tavolo stesso, in cerca della sua attività preferita.

Primipassi

Anche in questo caso i modelli sul mercato sono davvero molti: ci sono quelli in legno, con carrellino, per trasportare giochi e libri del cuore e quelli in plastica con tanto di attività, suoni e colori.

Noi ne avevamo uno in casa già prima del primo compleanno ma è intorno ai 12 mesi che lo abbiamo iniziato ad apprezzare davvero: mio figlio inizialmente lo utilizzava un po’ come il tavolo multiattività per tirarsi in piedi e giocare con i tasti e i giochi presenti nel pannello anteriore.

Successivamente si è rivelato una valida alternativa alle sedie e a qualsiasi altro elemento casalingo a cui aveva la tentazione di aggrapparsi per poi trascinarlo in tutta casa e imparare a muoversi e camminare. Consigliatissimo!

Altalena

Altro gioco intramontabile: la più classica dei classici è quella da giardino, con protezioni e cinture removibili, ma anche chi non ha lo spazio esterno può trovare in rete soluzioni davvero interessanti, che si appendono al soffitto e permettono al bambino di vivere l’emozione di lasciarsi cullare, sospeso nel vuoto.

Piscina

Che sia piena di acqua o di palline colorate poco importa: la piscina è sempre un successo!
Nella stagione calda è un toccasana per divertire e dare sollievo dalla calura, mentre in inverno, portata in casa, può essere un valido intrattenimento durante le lunghissime giornate casalinghe.
Riempila di palline di tutti i colori, aggiungi un piccolo scivolo o altri accessori e preparati: il tuo bambino non vorrà più uscire di lì.

Primo kit creatività

Intorno ai dodici mesi i bambini iniziano ad avere un vero e proprio interesse verso tutto ciò che si può pasticciare: via libera allora ai superlavabili, ai colori a dita, alle prime paste modellabili, meglio se realizzate con materiali edibili.

Dovrai essere paziente e non agitarti se alla fine il tuo bambino sarà una tavolozza di colori: pensa che avrà appreso tantissimo e soprattutto si sarà divertito un mondo!

Xilofono

La musica è un’altra grande passione dei più piccoli e lo xilofono è lo strumento ideale per avvicinarli ad essa. Coloratissimo e facile da utilizzare, farà felici i bambini che si divertiranno a battere sui tasti e produrre melodie sempre nuove.

In commercio ci sono anche dei modelli compositi, con lo xilofono estraibile che fa parte di un giocattolo più grande, in cui ci sono anche una serie di palline che colpite con l’apposito martello cadono sullo strumento musicale facendolo suonare.

Giochi in legno

I giochi in legno sono una delle grandi passioni del mio bimbo che inizialmente non aveva molto feeling con la plastica e preferiva di gran lunga le superfici di questo materiale: tra i più apprezzati sicuramente le costruzioni a incastro, le torri ad anelli e i cestini e i cubi impilabili o da sovrapporre.

Torre di apprendimento

Il regalo perfetto per bambini che iniziano a stare in piedi da soli e vogliono partecipare alle attività di casa con più autonomia e libertà.

Grazie alla torre dell’apprendimento, famosa anche come torre montessoriana, il bambino potrà agevolmente accedere al lavandino, al tavolo, al piano di lavoro della cucina e aiutare mamma e papà nelle attività quotidiane.

LEGGI ANCHE: Alla scoperta di ‘La Taue’, la learning tower di ‘Ettomio

In rete ce ne sono per tutti i gusti, da quelle semplicissime a quelle più elaborate, capaci di trasformarsi in tavoli con tanto di sedie incorporate per regalare ai più piccoli tanti momenti di autonomia e divertimento.

Siamo arrivati alla fine di questa carrellata di regali per il primo compleanno; non ho inserito i libri ma quelli secondo me sono perfetti a tutte le età e in ogni occasione. Ne trovi molti nella sezione del sito dedicata interamente alle letture per i più piccoli.

E tu hai deciso cosa acquistare come regalo per il primo anno di vita del tuo piccolo?

Erika Francola
Erika Francola

Sono Erika, esperta di scrittura e comunicazione web. Vivo in un piccolo paese della Tuscia viterbese, insieme a mio marito e mio figlio. Per lavoro racconto, con parole e immagini, storie di persone, di luoghi e di aziende e aiuto professionisti, realtà turistiche e mamme freelance a raccontarsi online, con carattere e originalità. Nel 2014 ho aperto il mio blog viaggideltaccuino.it per raccontare le bellezze del nostro pianeta e dal 2017 collaboro con mio marito nel suo studio fotografico per i servizi di personal branding. A luglio 2018 sono diventata mamma di Gabriele, che ha stravolto tutte le mie priorità e mi ha regalato un nuovo sguardo su me stessa, il mio lavoro e sul mondo della maternità in generale. Tutto quello che vivo e scopro con lui lo condivido con piacere qui su GEEKMUM, dove ho conosciuto tante meravigliose donne e mamme impegnate ogni giorno a conciliare maternità e lavoro, sempre con il sorriso.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.