Geek Home

Pulire la cucina: le 5 regole d’oro

La cucina è uno degli ambienti più importanti della casa, dato che è senza dubbio uno dei più frequentati, soprattutto da chi ama sferragliare fra i fornelli.

Ed è proprio per questo che la cucina è la stanza che tende a sporcarsi più di frequente e più facilmente, dato che spesso ci si muove in modo frenetico senza badare troppo a ciò che cade o che rimane in giro fra fornelli, elettrodomestici, tappetini e servizi assortiti. Pulirla è dunque un vero e proprio lavoro sporco che spesso porta via più tempo del dovuto, ma che è possibile velocizzare senza per questo diminuire la qualità delle pulizie. Vediamo insieme le 5 regole d’oro per tirare a lucido la cucina, soprattutto considerando le superfici in acciaio.

Pulire i fornelli

Una delle imprese più faticose e sporche, visto il grasso che si accumula sui fornelli, insieme ai vari rimasugli di cibo e alle macchie dovute al calcare che si deposita insieme all’acqua che fuoriesce dalle pentole. Eppure basta un po’ di metodo, per velocizzare le operazioni. Un consiglio? Smontare le griglie e pulire innanzitutto le piastre e la base in acciaio, usando uno sgrassatore ed una pezza. Fatto questo, mettete i fornelli in ammollo in acqua calda, con l’aggiunta di un po’ di aceto, asciugandoli successivamente con un po’ di bicarbonato.

Pulire il rubinetto

Ma quanto è brutto vedere il rubinetto della propria cucina, ed in generale le superfici in acciaio, opache e decisamente poco pulite? A questo si può porre rimedio facilmente utilizzando i prodotti per pulire l’acciaio, come suggerisce il portale Donnad, senza però dimenticare l’importanza della spugna, che non deve mai essere filettata o dura, ma sempre morbida e pulita, possibilmente nuova di zecca. Facendo così, vedrete che il rubinetto brillerà in men che non si dica, senza graffiarsi.

Pulire gli elettrodomestici

Li utilizzate spesso e tendono a sporcarsi al minimo tocco delle vostre mani. Di cosa si tratta? Degli elettrodomestici, ovviamente. Soprattutto quelli in acciaio si sporcano con una facilità impressionante, sia dentro che fuori.

Pulire i piatti nel lavello

Molti uomini tendono ad accumulare i piatti e le posate nel lavello, ripetendosi che domani sarà il giorno buono per pulirli: un errore che non solo farà puzzare enormemente la cucina, ma che raddoppierà il carico di lavoro. Un consiglio? Lavate tutto e subito.

Pulire i tappetini in gomma

Concludiamo con i tappetini in gomma, utilissimi per evitare i depositi di calcare sul marmo e sull’acciaio della cucina. Pulirli è più una questione di impegno che di tecnica: il nostro consiglio è di utilizzare ancora una volta l’aceto bianco in combinazione con il bicarbonato di sodio, strofinando con vigore la gomma con una spugna abrasiva, così da eliminare anche le macchie più ostinate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.