Settembre
è il mio mese preferito. Adoro quando il clima è ancora caldo, ma l’afa si è ormai stemperata e si possono indossare ancora gli abitini leggeri sopra all’abbronzatura, con le All Star.

Mi piace tantissimo preparare insieme ai miei bambini il materiale scolastico per l’anno nuovo: le matite di legno laccato e il libri di lettura con la carta patinata hanno un profumo che ricorda l’infanzia e sa di promesse.

Ricominciare è stupendo. È un po’ come aprire le pagine di un libro nuovo e assaporarne le prime frasi … quello è il momento in cui tu sai che stai per cominciare una nuova avventura. Ecco, Settembre per me è così, con l’agenda che si riempie e i giorni che si affannano, è il mese degli inizi, delle cose nuove, del lavoro, dell’impegno, del nuovo anno che si prepara per essere vissuto!

Non è detto però, che dopo i ritmi così diversi dalla routine consueta, gli inizi siano sempre semplici. Soprattutto per i bambini, recuperare orari e abitudini richiede un pochino di tempo e di attenzione. Io, poiché di bimbi ne ho quattro, e per ciascuno di loro quest’anno ci saranno grandi cambiamenti, quest’anno ho riflettuto un pochino sul nostro rientro.

Ci sarà infatti chi inizierà a frequentare il nido, chi cambierà sport, chi dovrà affrontare un percorso scolastico più impegnativo del solito, dunque, meglio partire con il piede giusto per non vanificare il riposo guadagnato con inutili stress.

Ecco i miei cinque consigli utili:

  1. Tenere qualche giorno di vacanza in valigia

    ricordo ancora che dieci anni fa prenotai il mio rientro dal viaggio di nozze l’ultimo giorno possibile e con l’ultimo aereo utile. Ero giovane e matta! Io e mio marito siamo rientrati dall’assolata Sicilia alle tre p.m. e iniziavamo a lavorare solo qualche ora più tardi nella gelida e buia Lombardia. Adesso non lo rifarei mai più, anzi ho addirittura imparato a rinunciare, a malincuore, certo! A qualche giorno di mare per permettere anche a mio marito di trascorrere qualche giorno a casa prima di riprendere il lavoro, bisogna darsi tempo di riabituarsi alla normalità!

    © Pinterest

     

  2. Regime alimentare detox!

    Anche se la prova costume vi aspetta il prossimo anno, anche e soprattutto per i bambini! le vacanze significano assaggi, sgarri e concessioni … tipo le patatine del sacchetto per merenda, che a casa inorridirei, oppure la meravigliosa colazione al bar, tipo cappuccio e brioche o la pizzapatatine, che se la prende uno la prendono tutti, perché quella con i wurster non ce la posso proprio fare. Però anche questo aspetto influisce tantissimo sui nostri bimbi! Quindi a Settembre organizzatevi con verdura, minestroni, frutta a go go … questo li preparerà ad affrontare al meglio l’arrivo dei primi freddi e soprattutto, ahimè, i malanni che la vita comunitaria ci regala a piene mani.  Io preparo un menù settimanale per produrre il più possibile in casa, in particolare per evitare colazioni e merende con prodotti confezionati. Gli spunti migliori li prendo da qui: Silvia Goggi, che ha scritto il libro “La mia famiglia mangia green” e ha uno stupendo profilo instagram, Stella Bellomo, che mangia in modo naturale senza essere estrema e complicata, e poi è dolcissima e molto carina; ed infine Raffaella Caso, con la pagina Baby green, che suggerisce soluzioni molto pratiche e efficaci.

    © Pinterest
  3. Chi va piano, va sano e va lontano!

    Anche se la pazienza non è mai stata il mio forte, e non credo lo sarà mai, questo è il consiglio migliore che posso dare per recuperare al meglio il ritmo sonno veglia più adatto alla vostra routine. Noi siamo per tradizione mattinieri, la sveglia d’inverno per i bimbi può suonare anche alle sei e trenta. Se pretendessi di riacquisire subito questa preziosa abitudine metterei a repentaglio la salute della loro giornata e soprattutto della mia! Basta procedere mezz’ora alla volta: alla sera andate a letto mezz’ora prima e al mattino svegliateli mezz’ora prima del solito. Nel giro di due settimane tutto dovrebbe rientrare tranquillamente nella norma senza che nemmeno ve ne siate accorti. Se avete tempo e pazienza, potete anche cominciare con un quarto d’ora per volta! Ci vorrà un pochino di più, ma chi va piano va sano e va lontano.

    © Pinterest
  4. Fate shopping!

    Non è come sembra, so bene che Settembre è il momento meno indicato per fare shopping, eppure anche questo consiglio è frutto di anni di esperienza. Al rientro dalle ferie le spese che aspettano una famiglia sono sempre tantissime!!! La nostra lista è già ben assortita dagli imprevisti oculista e dentista. Eppure esistono alcuni acquisti che aiutano il rientro … so che le mamme super organizzate avranno già recuperato tutto il materiale richiesto per asili e scuole. Ma il mio consiglio è comunque questo: fate alcuni degli acquisti necessari in loro compagnia: per le scuole elementari magari l’astuccio e il diario, per gli asili i bavagli e gli asciugamani, sceglieteli insieme! Li aiuteranno a preparare il cuore e a coltivare l’attesa! E ovviamente, etichettate con loro, preparate le cartelle e gli zainetti, tutto questo li metterà in attesa del tempo nuovo che sta per arrivare.

    © Pinterest

    Infine

  5. Fateli riflettere!

    Una mia amica mia ha chiesto di fare tante belle foto di un pomeriggio che i nostri bimbi hanno trascorso insieme, “Voglio che si ricordi i momenti felici che ha trascorso quest’estate!”, mi ha detto. Mi è sembrato meraviglioso. Così questo consiglio ve lo regalo come il più importante: regalate loro un piccolo album, in cui metterete le foto più belle che avete fatto quest’estate, magari con un augurio che li accompagni nei loro inizi. Noi non sappiamo fino in fondo quali saranno anche le loro fatiche, alcune saranno profonde, come il distacco o il confronto con altri bimbi o la nostalgia di noi o una maestra che non va loro particolarmente a genio, però sappiamo che diventeranno più grandi e che faranno grandi nuove scoperte. E sapremo che noi saremo con loro. Non c’è cosa che sostiene di più una promessa come il ricordo delle certezze già assaporate, quindi forza, scegliete le foto più belle, e soprattutto buon inizio!

    © Pinterest

 

 

Manuela Giuby
Manuela Giuby

Vengo da dove si giocava nei prati, e da dove crescevano i mughetti, bianchi, timidi e sognanti. Poi ho incontrato Lei: la città. La laboriosa, generosa, eclettica Milano. Ho studiato lettere e divorato la letteratura, ho indossato un naso da clown e ho sognato con il teatro, ho scoperto di avere un’anima caleidoscopica e vivace. Milano l’ho portata con me e sono tornata a vivere in un mondo piccolo, per amore! Per seguire un travolgente amore! Oggi insegno, cucino gluteenfree, amo pazzescamente la moda, la letteratura e la mia rumorosa famiglia. Ho quattro figli stupendi, tutti con gli occhi belli del loro meraviglioso papà. Manuela detta Giuby

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.