Geek Home

Paola Buzzini: Food styling & photography

Seguo Paola e il suo blog Soup Opera da tempo. Mi piace tutto di lei, il suo stile e le fotografie  e <3

Per Soup Opera l’ideazione di un piatto nasce dall’amalgama tra due diversità apparenti: il cibo e le arti. L’impatto di sapori che non si conoscevano prima, le emozioni di un incontro.
Due mondi si ritrovano a tavola e si scambiano un’esperienza, un’avventura, un ricordo.
Il cibo è lo strumento utilizzato per parlare di arti e cultura.

Oggi mi faccio raccontare il suo progetto didattico: il corso di Food styling & photography.

La didattica è sempre stata una delle mie passioni: lo scambio, l’incontro e l’interazione con le persone ti arricchisce. Quando mi occupavo di servizi didattici nei musei ho scoperto che il cibo poteva essere ottimo come mezzo per comunicare altro. Mi occupavo del gruppo cucina della Comunità di San Patrignano di Trento e con il Mart, Museo d’arte Moderna e Contemporanea, creavano dei menu ispirati alle mostre. Così con la nascita di Soup Opera ho pensato che non poteva non esserci anche una parte educational.

Mi sono accorta che non c’erano corsi istituzionali all’interno di scuole di cucina legati allo styling e alla fotografia, così dopo la bellissima esperienza alla scuola internazionale Lorenzo de Medici di Firenze presso il Mercato Centrale ho capito che potevo ideare un corso che avesse tutte le caratteristiche per avvicinare e formare un pubblico di foodlovers che desiderano essere più professionali.

Così dopo due anni di interventi fiorentini  ho realizzato il mio primo corso allo IED Roma, a Sale&Pepe a Milano e prossimamente alla Scuola Les Chefs Blancs presso le Officine Farneto a Roma (25 Marzo) e presso la Cucinoteca a Milano (31 Marzo e 1 Aprile)

L’idea è quella di avere diversi ospiti che raccontino il flusso di lavoro standard, dando tanti trucchi anche casalinghi e spunti stimolanti; un fotografo professionista, un food blogger e un digital strategist. Tutto quello che serve per partire e fare un buon lavoro. La tecnica non é tutto, ma saper comporre l’immagine, mantenere le proporzioni, sistemare la luce sono nozioni che poi entrano a far parte delle tue conoscenze, le assimili e poi verranno naturali. Averne coscienza aiuta ad ottenere un buon risultato.

Alla fine dei corsi vedere i partecipanti stimolati, curiosi e migliorati é stupendo; la forza della didattica é proprio questa, sentirsi utili, raccontando la propria esperienza e condividerla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.