Il neonato inizia a gattonare? Come mettere in sicurezza la propria casa

13 Maggio 2019Frenci Bello

Venerdì pomeriggio nel nostro gruppo whatsapp di redazione si parlava di casa e sicurezza visto che, Bernardo, Carlo e Matteo sono i nostri bimbi, che neanche a farlo apposta sono quasi coetanei e noi mamme siamo alle prese con i primi passi o gattonamenti 😉.

Per questo ho pensato fosse utile scriverne un post perché è importante se non fondamentale prendere le giuste precauzioni in casa per evitare che possano farsi del male.

Vediamo insieme i diversi ambienti della casa e come renderli sicuri:

Il soggiorno

Per prima cosa bisogna essere certi di aver ancorato al muro librerie, console e mobili. Come suggerito da IKEA è fondamentale fissare i mobili al muro per evitare ribaltamenti o altri incidenti domestici. Lo stesso vale anche per gli elettrodomestici, come televisione, playstation o altri che possono essere a rischio, se il piccolo ha intenzione di intraprendere un’arrampicata sui nostri mobili. Inoltre non lasciamo “penzolare” le tende, il rischio è che vi si possa appendere per alzarsi in piedi, o cavi del computer. Di base via i soprammobili dai ripiani più bassi e i tappeti che potrebbero farlo inciampare 🙂 nel caso si possono acquistare quelli in fibra naturale con bordi antiscivolo così da poterci giocare sopra.

Se avete un caminetto, ad esempio, nella stagione estiva lo si può “chiudere” con una lastra di cartongesso, in inverno invece inserendo una griglia di protezione sul davanti. Se ad esempio abbiamo tavolini bassi o spigoli pronunciati dobbiamo assolutamente coprirli con degli appositi paraspigoli, basta davvero un attimo per farsi male. Inoltre niente vasi a terra o piante, molte di queste sono velenose, per esempio la Stella di Natale, ciclamini, oleando e ficus.

La cucina

Questa è sicuramente la stanza in cui bisogna prendere accorgimenti, il primo è quello di NON lasciare mai inserita nella presa della corrente, l’ideale è quello di mettere i piccoli elettrodomestici nella zona “alta” della cucina così da essere protetti. A proposito di sicurezza è importante chiudere le prese ad altezza bimbo con queste mascherine ad esempio.

Attenzione anche al forno, che se basso, e in funzione lo sportello raggiunge temperature elevate. Come dice la nonna di Bernardo, aka madreh, “forbici, coltelli e taglierini non son cose per bambini“, per questo motivo, dobbiamo fare attenzione agli utensili che usiamo per cucinare e metterli in luoghi o cassetti lontani dall’altezza dei nostri “nanetti”. Anche in questo caso avrebbe senso proteggere la stanza con un cancelletto per evitare intrusioni mentre si cucina!

Un altro consiglio è quello di avere in cucina una coperta antifiamma, in caso di piccolo incendio è fondamentale avere qualcosa a portata di mano per mettere in protezione tutti. Noi l’abbiamo acquistata quando abitavamo in mansarda, per fortuna è ancora nella sua confezione, ma penso che troverà subito un nuovo spazio in cucina.

La cameretta

Anche qui è importante prendere alcune precauzioni, tenendo conto che è la stanza dove il vostro bambino trascorre più tempo durante la giornata. Dobbiamo rendere l’ambiente il più comodo e agevole, l’ideale è quello di avere oggetti morbidi a portata di mano, come materassini oppure tappeti gommosi così da attutire i colpi. Anche in questo caso andiamo a mettere le protezioni alle prese della corrente, e se c’è un termosifone nella stanza, pensare di “chiuderlo” all’interno di una gabbietta così da evitare possibili contatti con il calore una volta in funzione. Se ci sono mobili e cassettieri, (questo consiglio vale per tutta casa) è fondamentale mettere in sicurezza utilizzando questi fermagli:

Il bagno

Qui le precauzioni da prendere sono soprattutto per quanto concerne l’asse del WC, la vasca e i miscelatori dell’acqua. Di base dobbiamo ricordarci di NON lasciare mai i bambini da soli nei singoli ambienti della casa. In questo caso possiamo pensare di chiudere a chiave il bagno, così da non farli entrare soprattutto se c’è anche la lavatrice o comunque di utilizzare anche in questo caso i sistemi di bloccaggio di cui abbiamo parlato sopra. Importantissimo, mettere nei ripiani alti o in mobiletti le medicine ed i detersivi che in nessun modo devono entrare in contatto con i bambini. Svuotate subito dopo l’uso vasche da bagno, catini e bidet. E attenzione anche alla lavatrice, che se con oblò frontale va sempre tenuto chiuso 🙄.

Scale, porte e finestre

Non dobbiamo dimenticarci anche di scale, porte e finestre che abbiamo in casa. Nel primo caso è importante installare il classico “cancelletto” così da evitare salite o discese senza la supervisione di un adulto. Ce ne sono diversi modelli sul mercato, fissi, estendibili, a molla. Come questo:

Ma se vi servono più cancelletti o avete voglia di personalizzarlo, la soluzione potrebbe essere quella di realizzarlo in versione DIY, ad esempio su Pinterest ci sono tanti tutorial che vi aiuteranno nella creazione, utilizzando anche un semplice pallet di legno.

Da Pinterest

Mentre per porte e finestre scorrevoli si possono applicare questi blocchi, così da evitare schiacciamento di dita o simili.

Last but not least procuratevi una cassetta del pronto soccorso per i piccoli incidenti (speriamo di no) che possono capitare, rigorosamente nascosto in un luogo accessibile solo a voi e non ai vostri bambini. E se volete questo libretto molto utile Primo SOCCORSO pediatrico!

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post Precedente

Il ritorno al lavoro dopo la maternità: le 10 regole d'oro per "viaggiare informati"

10 Maggio 2019

Prossimo post

Smart working: quando il lavoro incontra le proprie esigenze

17 Maggio 2019