Febbraio è iniziato con l’influenza che ha bussato alla nostra porta. E ha colpito tutti e quattro. Papà, mamma e due bambini. Non era mai successo nella storia della nostra famiglia.

Così ci siamo ritrovati chiusi in casa per una settimana, a mettere in fila i giorni, in un tempo un po’ sospeso. Per fortuna, appena la febbre scende i più piccoli tornano subito allegri, pieni di energia e di voglia di fare.

Non sempre è facile intrattenerli e le giornate in casa possono essere davvero lunghissime.

E così, tra un nasino da asciugare e un antibiotico da dare, mi sono segnata qualche idea, che a noi è tornata utile, e che spero possa essere uno spunto per alleggerire i giorni di influenza che quest’anno sembra essere più cattiva che mai.

  • Facciamo finta di essere in vacanza. Vietato, quindi, lamentarsi. Sui social, al telefono con le amiche, in casa davanti ai bambini. E’ arrivata l’influenza? Pazienza, ci curiamo e intanto cerchiamo di vivere al meglio questi giorni strani. Quando la febbre scende giochiamo con i nostri figli. Divertiamoci. Inventiamo nuovi giochi, nuove storie. Se è possibile, abbassiamo la suoneria del telefono e dedichiamoci solo a loro. Pensiamo che durante la settimana difficilmente ci capita di poter passare tanto tempo insieme, proviamo a farne tesoro.
  • Pic nic in salotto. E se vacanza deve essere (per finta) che vacanza sia. Di solito con la febbre i bambini fanno più fatica a mangiare. Proviamo a rendere il tutto più divertente. Organizziamo un pic nic per pranzo. Facciamoci aiutare da loro a preparare qualcosa di sfizioso, semplice da mangiare e che incontri i loro gusti. Per una volta chiudiamo un occhio sul mangiar sano ed esaudiamo i desideri. Scegliamo insieme a loro un plaid o una tovaglia, bicchieri e posate giuste, tovaglioli di carta e apparecchiamo davvero per terra. Immaginiamo di essere dove vogliono i bimbi su un prato in montagna o su una spiaggia bianca…
  • Didò fatto in casa. Dedicato ai genitori più creativi e a chi non teme un po’ di confusione in cucina. Si trovano molte ricette online e ognuno può provare quella che preferisce tra le varie proposte a base di farina, coloranti per dolci o spezie. I bambini si divertiranno sia a preparare la magica pasta, sia poi a giocarci. Passatempo adatto anche ai più piccoli insieme a mamma o papà.
  • Un film al giorno. Ci sono ore più lunghe di altre da far passare. Per esempio quando i più piccoli fanno il riposino e i più grandi rischiano di fare giochi troppo rumorosi. Proviamo a guardare un film insieme. A seconda delle età rispolveriamo i classici. Dai cartoni animati della Disney, ad ET, fino a Mary Poppins. Sarà bellissimo rivedere attraverso gli occhi dei nostri figli le storie che abbiamo amato noi da piccoli.
  • Un libro al giorno. Per i genitori che amano i libri leggere con i propri bambini è un piacere irrinunciabile. Purtroppo le giornate sono sempre molto piene e tra lavoro, asilo, parco e attività varie spesso il tempo che si dedica alla lettura è solo quello della favola della buonanotte. Approfittiamo dei giorni a casa per leggere anche di giorno. A sorpresa, tiriamo fuori un libro. Magari quando vediamo che la noia incalza o la stanchezza chiama nervosismo. Una fiaba sottovoce mette spesso una meravigliosa tranquillità.
  • Facciamoci aiutare in casa. Anche se siamo in vacanza per finta in casa ci sono sempre molte cose da fare, per davvero. Anzi, con i bambini malati anche di più del solito. E si rischia di passare le notti a stendere lavatrici o a sistemare la cucina. Per evitare nottate di frenesia domestica e recuperare qualche ora di riposo si può provare a coinvolgere tutta la famiglia nelle piccole e grandi incombenze. I piccoli, si sa, adorano aiutare, essere utili, imparare e diventare indipendenti. A seconda della loro età facciamo qualcosa insieme a loro. Apparecchiamo, proviamo a caricare la lavatrice inventando qualche piccolo gioco. Per esempio “chi aiuta la mamma e porta dalla cesta della roba sporca tutte le magliette colorate?” “chi mi dà una mano a trasportare le camicie di papà?” Sarà subito gara tra i fratelli e tra una corsa e una risata passerà il tempo e un’altra lavatrice sarà pronta! Provare per credere.
  • Cuciniamo insieme. Quando la noia regna sovrana proporre di pasticciare un po’ in cucina è sempre una buona soluzione. Chiudiamo gli occhi davanti al caos e prepariamoci a passare lo straccio per terra. Ma anche a trascorrere momenti bellissimi. Stare in cucina con i bambini, infatti, è magia. Cucinare insieme è amore, chiacchiere e confidenze. A seconda delle loro età possiamo provare a fare torte, biscotti o “finte pizzette” con pan carré. Ma anche provare a tagliare le verdure con coltelli per bambini. Piccoli e sicuri. Se ne trovano online per tutti i gusti e per tutte le tasche. Per imparare pian piano a fare da soli.
  • Usiamo la tecnologia. Mai come quando si è tutti a casa malati la tecnologia torna utile. Anzi diventa fondamentale. Sia per le cose necessarie, sia per quelle frivole (quale migliore scusa dell’influenza per viziarsi un po’?). Iniziamo con la spesa online, fondamentale per riempire il frigo. Da Esselunga e il mitico clicca il pomodoro fino ad Amazon Prime Now per le urgenze, c’è l’imbarazzo della scelta. Sempre su Amazon concediamoci qualche vizio, essenziale per sopravvivere con il sorriso in questi giorni complicati. Regaliamoci qualche libro da leggere quando tutti sonnecchiano, qualche nuovo dvd da guardare tutti insieme abbracciati sul divano, matite, pastelli, libri da colorare e qualche piccolo regalino utile per annoiarsi un po’ meno.

Last but not least, come fare quando la febbre troppo alta non ci permette di andare nemmeno in farmacia e l’antibiotico è urgente? Niente paura e scaricate Pharmap, l’applicazione che offre un servizio veloce di consegna farmaci dalla farmacia più vicina a voi. E’ previsto anche il ritiro della ricetta dal medico, se necessaria.

Buona guarigione!

Lucia Massarotti
Lucia Massarotti

Sono nata a Milano e quest’anno spegnerò -con gioia!- quaranta candeline. Dopo la laurea in Giurisprudenza e qualche bellissimo anno passato a lavorare in uno studio legale ho capito che il diritto non era la mia strada, ho lasciato i codici e ho scoperto che mi piace scrivere. Ho sposato il più straordinario compagno di viaggio che la vita potesse farmi incontrare e, insieme, siamo partiti per meravigliosa avventura: essere genitori di Enzo, nato sotto il sole dell’agosto 2015, e Matteo, che rende ancora più allegra la nostra famiglia dall’aprile 2018. Convinta del fatto che diventare genitori sia la nostra più grande occasione per crescere cerco, ogni giorno, di mettermi all’altezza dei miei bambini, di infilarmi nelle loro scarpine, provando a guardare il mondo con la loro stupenda curiosità. Dal gennaio 2019 ho aperto un blog, PiccolieCuriosi, dove racconto le mie avventure da mamma.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Geek Mum Magazine è un progetto nato da Francesca Bello. Oggi la redazione conta 9 editor, mamme e alcune di loro freelancer.