Durante la gravidanza ho letto molto in merito alla vita del bambino nella pancia. “Mi sentirà?” – mi chiedevo – “una volta al mondo mi riconoscerà?”. Era bello pensare che il legame tra di noi, due esseri tra di loro sconosciuti ma legati da qualcosa di indescrivibile, potesse crescere attraverso il suono.  Così ogni tanto mi divertivo a canticchiare e leggere libri ad alta voce, con buona pace di chi mi aveva intorno.

Una volta al mondo, come ogni bambino attratto dalla novità, la mia bimba ha espresso il desiderio di sperimentare il suono con curiosità. Così ho deciso di sostenere questo interesse attraverso il gioco e sono andata alla ricerca di strumenti musicali adatti alla sua età.

L’importanza della musica per i bambini 

Duranti i primi 3 anni di vita il cervello del bambino cresce e si forma fino a completarsi, per questo motivo è importante aiutarlo a realizzare appieno il proprio potenziale in materia di linguaggio, logica, motricità e ritmo.

Ed è proprio attraverso la musica che il bambino può far crescere diverse abilità attivando sia l’emisfero destro del cervello, sede di emozioni e o capacità sensibili volte a cogliere la melodia, sia quello sinistro, sede dei processi logici volti ad analizzare il ritmo.

Cosa suggeriscono gli esperti

Avete mai sentito dire che la musica classica aiuta i neonati nel rilassamento? Questo è quello che sostiene Alfred Tomatis, medico francese, che inventò un metodo di musicoterapia. Onestamente io ho provato. Dai 3 mesi in poi, a volte ho ascoltato play list di musica classica e vi garantisco che a rilassarsi non è stata solo lei.

Gli esperti suggeriscono di affrontare la musica con attività divertenti nei primi 3 anni di vita:

  • imparare canzoncine e cantilene,
  • suonare strumenti musicali semplici come tamburelli e sonagli,
  • cantare in un coro.

Insomma la musica va vissuta attivamente e non solo ascoltata passivamente. Un valido aiuto sono gli strumenti musicali e i libri sonori.

I nostri must have

Questi sono alcuni dei giochi che hanno accompagnato e accompagnano tutt’ora i nostri momenti dedicati alla musica.

Banco delle palline e xilofono Hape 12 mesi +

Un coloratissimo gioco che unisce coordinazione e musica, vincitore dell’Indipendent Toy Award 2015 ( è uno dei più importanti riconoscimenti globali per i giocattoli). Uno strumento perfetto per avvicinare i bimbi ai primi suoni e approcciare il concetto di causa/effetto.

Magic Touch Piano Baby Einstein 12 mesi +

Vincitore del Toy Award 2019 questo piano permette di creare melodie personalizzate oppure seguire melodie classiche pre impostate. Realizzato in legno, questo strumento è dotato della tecnologia Magic Touch: non sono necessari pulsanti o tasti! All’interno troverete anche tre spartiti, un modo per far giocare insieme grandi e piccini.

Magic Touch Drums Baby Einstein 6 mesi +

Stessa tecnologia del Magic Touch Piano, non esistono pulsanti per far suonare il tamburo è sufficiente picchiettare sui simpatici i personaggi.

Libri sonori di Emile Collet, Gallucci editore 12mesi +

Emilie Collet ha ideato una serie di libri sonori dedicati al mondo della musica: Il mio piccolo Mozart, Il mio piccolo Vivaldi, Il mio piccolo Beethoven, Il mio piccolo Bach, Il Carnevale degli animali, Le mie prime arie d’Opera, Il mio primo libro degli strumenti classici e Le ninne nanne dei grandi compositori.

Anche se l’utilizzo è consigliato dai 12 mesi io li ho utilizzati molto prima.


Parum Pum Pum di B. Toys
12 mesi +

Un’intera orchestra in un tamburo. 7 strumenti a forma di simpatici animaletti per approcciare alla musica divertendosi. La parte in plastica del tamburo è realizzata in materiale riciclato.

Ora non vi resta che dare spazio alla musica! Avete già selezionato gli strumenti musicali più adatti ai vostri bambini?

3,2,1… let’s rock!

Sara Nuzzo
Sara Nuzzo

Mi chiamo Sara, sono una mamma lavoratrice e da diversi anni mi occupo di social media e copywriting. Vivo in pianura ma amo il mare, il sole e il vento. Mi circondo di buoni amici, di libri non letti e di appunti sulla scrittura. Nel libro della mia vita ho scritto un nuovo capitolo dal titolo "Elena", un chiaro esempio di poema epico ricco di quotidiane gesta eroiche tra pannolini, pappe e momenti unici.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.