Zeb e la scorta di Baci è un libro che ho scoperto qualche mese fa in libreria e mi ha subito rubato il cuore.

La libraia me lo ha consigliato perché lo ritiene perfetto per preparare i bambini al distacco dalla mamma, dal papà, da casa loro, magari in vista dell’inserimento all’asilo nido o alla scuola materna.

Io credo che sia molto adatto anche in questo periodo storico, quando dopo mesi a stretto contatto con i genitori, chiusi forzatamente in casa, i bambini devono fare i conti con il ritorno alla normalità, con la mamma e il papà impegnati con il lavoro fuori casa e loro divisi tra nonni e baby sitter.

LEGGI ANCHE: Nonni, tata o asilo nido?

Il libro, edito dalla casa editrice Babalibri, racconta della partenza della zebra Zeb per il campo estivo. La piccola protagonista vorrebbe far credere a tutti che ormai è grande e può gestirsi benissimo lontano da casa ma in cuor suo sa che le mancheranno i baci di mamma e papà.

Anche loro lo sanno e così preparano a Zeb una grande scorta di baci da utilizzare ogni volta che sentirà la loro mancanza.

Quando si sentirà sola infatti potrà contare sul suo piccolo tesoro: una marea di fogliettini con i baci dei suoi genitori, chiusi in una scatola per lei.

Durante il viaggio Zeb è assalita dalla nostalgia di casa: con sua grande sorpresa, scopre di non essere la sola. E così la scatola della scorta di baci si rivela una preziosa consolazione non solo per lei ma per tutti i suoi compagni di viaggio.

Titolo: Zeb e la scorta di baci
Autore: Michel Gay
Edizioni: Babalibri
Età consigliata: dai 3 anni

Il consiglio di Geekmum: prepara anche tu la tua scorta di baci e lasciala al tuo bambino prima di andare al lavoro o di lasciarlo dai nonni o con la baby sitter. Proprio come la zebra Zeb avrà il suo tesoro prezioso da custodire e aprire in caso di necessità… in attesa di tornare, la sera, tra le braccia di mamma e papà.

Erika Francola
Erika Francola

Sono Erika, esperta di scrittura e comunicazione web. Vivo in un piccolo paese della Tuscia viterbese, insieme a mio marito e mio figlio. Per lavoro racconto, con parole e immagini, storie di persone, di luoghi e di aziende e aiuto professionisti, realtà turistiche e mamme freelance a raccontarsi online, con carattere e originalità. Nel 2014 ho aperto il mio blog viaggideltaccuino.it per raccontare le bellezze del nostro pianeta e dal 2017 collaboro con mio marito nel suo studio fotografico per i servizi di personal branding. A luglio 2018 sono diventata mamma di Gabriele, che ha stravolto tutte le mie priorità e mi ha regalato un nuovo sguardo su me stessa, il mio lavoro e sul mondo della maternità in generale. Tutto quello che vivo e scopro con lui lo condivido con piacere qui su GEEKMUM, dove ho conosciuto tante meravigliose donne e mamme impegnate ogni giorno a conciliare maternità e lavoro, sempre con il sorriso.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.