Geek book: Il fatto è – Gek Tessaro

Il fatto è che quando una paperetta (o un bambino) non ha alcuna intenzione di fare qualcosa, non c’è nessuno che possa smuoverla. Vi è mai capitato con i vostri figli? Io ormai ho perso il conto… 🙂

La protagonista di questa storia per esempio, non ne vuole proprio sapere di tuffarsi nello stagno. Una pagina dopo l’altra l’anatra, il gatto, il cane e il tacchino arrivano sul pontile e provano a spingerla in acqua, senza riuscirci. 

La paperetta sembra decisa a non bagnarsi e neppure un lupo minaccioso riesce a farle cambiare idea. 

Alla fine, quando tutti gli animali smettono di pressarla, la protagonista del libro stupisce tutti, tuffandosi in acqua di sua spontanea volontà. 

Si scopre così che non era la paura a bloccarla ma semplicemente il fatto che in quel momento non aveva voglia di farsi il bagno; proprio come accade con i bambini, più li spingiamo a fare qualcosa e più si rifiutano di farla. Quando smettiamo di insistere e si sentono al sicuro allora sono  i primi a buttarsi e fare ciò che fino ad un attimo prima sembrava impossibile. 

“Il fatto è” è una storia speciale nella sua semplicità, un grande classico della letteratura per l’infanzia, uno dei lavori più famosi del grande Gek Tessaro, un titolo che non può mancare nella libreria dei più piccoli. 

Titolo: Il fatto è 

Autore: Gek Tessaro

Edizioni: Lapis

Età consigliata: dai 3 anni

Il consiglio di Geekmum: “Il fatto è” è il titolo perfetto anche per i genitori che faticano a capire l’ostinazione dei bambini, le loro prese di posizione spesso classificate da noi adulti come capricci immotivati. La paperetta rappresenta il desiderio di libertà che anima i bambini dai due anni in poi, che iniziano ad avere consapevolezza di sé stessi e del mondo esterno e che devono imparare a raggiungere piccole grandi conquiste con il loro passo, senza fretta e senza troppe interferenze. 

Erika Francola

Sono Erika, esperta di scrittura e comunicazione web. Vivo in un piccolo paese della Tuscia viterbese, insieme a mio marito e mio figlio. Per lavoro racconto, con parole e immagini, storie di persone, di luoghi e di aziende e aiuto professionisti, realtà turistiche e mamme freelance a raccontarsi online, con carattere e originalità. Nel 2014 ho aperto il mio blog viaggideltaccuino.it per raccontare le bellezze del nostro pianeta e dal 2017 collaboro con mio marito nel suo studio fotografico per i servizi di personal branding. A luglio 2018 sono diventata mamma di Gabriele, che ha stravolto tutte le mie priorità e mi ha regalato un nuovo sguardo su me stessa, il mio lavoro e sul mondo della maternità in generale. Tutto quello che vivo e scopro con lui lo condivido con piacere qui su GEEKMUM, dove ho conosciuto tante meravigliose donne e mamme impegnate ogni giorno a conciliare maternità e lavoro, sempre con il sorriso.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.