Decima settimana in casa. Fare il conto fa un po’ impressione. Così come aver visto le stagioni cambiare dalla finestra, i balconi fiorire da una parte dall’altra del nostro piccolo cortile ed essersi accorti all’improvviso, dall’interno, di quanto si siano allungate le giornate.

Era il primo maggio quando ho preparato con i bambini il piatto che sto per raccontarvi. Una giornata di festa. Ma di festa triste quest’anno.

E non solo perché non usciamo da mesi (perché stiamo facendo la nostra parte, in casa, e siamo orgogliosi di questo) ma perché,  anche per quanto riguarda il lavoro, quest’anno c’è ben poco da festeggiare.

Abbiamo pensato a chi ha perso la sua occupazione in questi mesi terribili; a chi ha saputo tenersi stretto il suo lavoro con coraggio, forza e determinazione, nonostante la fatica e la paura; a chi ha usato cuore e fantasia per reinventarsi in questo tempo sospeso; ai genitori che devono lavorare in smart working da casa, con un occhio alla didattica online e uno ai più piccoli che hanno bisogno di attenzioni; alle mamme che dovranno lasciare il lavoro, perché con la ripresa delle attività, ma senza aiuti, non avranno alternative.

Ecco perché l’ho chiamata una festa triste. E con il cielo grigio fuori che non sembrava nemmeno maggio.

Per scaldare i nostri cuori e i nostri pensieri ho pensato di preparare con i bimbi qualcosa di tiepido, morbido e confortante.

Confort food, si direbbe oggi.

A me piace più chiamarlo uno di quei piatti che portano il sorriso.

Ecco a voi il gateau di patate!

Ce ne sono molte varianti, qui vi lascio la nostra ricetta.

Ingredienti:

500 gr.di patate gialle, 2 uova, 50 gr.di prosciutto cotto, 50 gr.di provolone dolce, 50 gr.di mozzarella, 50 gr.di parmigiano, mezza tazzina di latte, sale q.b, burro e pangrattato per imburarre e spolverare la teglia.

(N.b. Le dosi che vi lascio di solito sono per quattro persone).

Fate bollire le patate e appena saranno pronte lasciatele raffreddare. Ancora tiepide passatele con lo schiacciapatate senza sbucciarle e lasciatele raffreddare completamente in una ciotola da sole.


Nel frattempo, in una terrina a parte, sbattete le uova con il latte e il parmigiano grattugiato.

Tagliate a cubetti piccoli il provolone, la mozzarella (che asciugherete bene con carta da cucina) e il prosciutto cotto (qui potete scegliere: o prendete una fetta spessa e la tagliate a cubetti o tagliate con la mezzaluna o frullate qualche fetta tagliata sottile).

Unite alle patate prima le uova sbattute con latte e parmigiano, poi il provolone, la mozzarella e il prosciutto. Salate il composto a vostro piacimento.

Imburrate una teglia e cospargetela con il pan grattato.

Versate il composto e fatelo aderire perfettamente al bordo della teglia, in modo che non si creino bolle d’aria.

Spolverate di pan grattato la superficie e cuocete in forno a 180° per 30 minuti.

Note da mamma in cucina: Cosa possono fare i bambini nella preparazione di questa ricetta?

Sicuramente passare le patate! E sarà un divertimento.

Se hanno l’età giusta e con un piccolo coltello adatto a loro, con la punta arrotondata, possono tagliare la mozzarella, il prosciutto e il provolone.

Poi, se sono abili e sempre sotto l’occhio di un adulto, potranno sbattere le uova e mescolare il composto.

Per cucinare con i bambini esistono comodissimi supporti in silicone a ventosa- colorati e lavabili anche in lavapiatti- da mettere sotto le ciotole o i piatti per evitare che si possano rovesciare. Li avete già provati?

Il consiglio di GeekMum: se vi piacciono, potete sostituire il prosciutto cotto con acciughe tagliate a pezzetti. In questo caso occhio al sale!

 

Lucia Massarotti
Lucia Massarotti

Sono nata a Milano e quest’anno spegnerò -con gioia!- quaranta candeline. Dopo la laurea in Giurisprudenza e qualche bellissimo anno passato a lavorare in uno studio legale ho capito che il diritto non era la mia strada, ho lasciato i codici e ho scoperto che mi piace scrivere. Ho sposato il più straordinario compagno di viaggio che la vita potesse farmi incontrare e, insieme, siamo partiti per meravigliosa avventura: essere genitori di Enzo, nato sotto il sole dell’agosto 2015, e Matteo, che rende ancora più allegra la nostra famiglia dall’aprile 2018. Convinta del fatto che diventare genitori sia la nostra più grande occasione per crescere cerco, ogni giorno, di mettermi all’altezza dei miei bambini, di infilarmi nelle loro scarpine, provando a guardare il mondo con la loro stupenda curiosità. Dal gennaio 2019 ho aperto un blog, PiccolieCuriosi, dove racconto le mie avventure da mamma.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.