Queste settimane sono un po’ complicate per molti di noi genitori.
Bisogna trovare un nuovo passo.

Spesso camminiamo sul filo sottile teso tra “quello che si può fare” e “quello che non si può ancora fare” con i bambini.

L’avevo già scritto qui qualche settimana fa: per i più piccoli nella fase due di questa strana avventura che stiamo vivendo è cambiato poco rispetto alla fase uno.

Certo, si può uscire di casa. E questo è già un grande regalo. Grandissimo.

Si possono fare passeggiate e corse in bicicletta, giocare a pallone e godersi un po’ di primavera.

Ma non è ancora possibile esaudire il più grande desiderio dei nostri figli: avere di nuovo la routine fatta di scuola, amici, parco giochi, tempo tutto per loro.

Spesso noi mamme e papà ci troviamo a mediare e a proporre un giro in monopattino nel quartiere, una corsa ai giardini poco frequentati e senza giochi vicino a casa, quando va davvero bene riusciamo ad organizzare un bel pomeriggio in un grande parco della nostra città dove si può correre liberi pur rispettando distanze e regole.

Non è sempre facile mettere in fila i giorni, bisogna davvero disegnare una nuova mappa e lo stiamo facendo tutti un passo alla volta.

La stanchezza si fa sentire, la fantasia a volte si appanna e si fa fatica a trovare sempre buone idee per tenere allegra la truppa e far passare le giornate. Per questo ho pensato di proporvi una ricetta semplice e veloce da far trovare sul tavolo della colazione alla vostra famiglia per cominciare bene la giornata.

La ciambella, secondo me, è una vera coccola.

Perfetta anche per la merenda, da preparare in poco tempo insieme ai bambini.

Ognuno ha la sua tecnica per farla, la sua tradizione.

Io ne ho provate diverse e alla fine ho messo a punto questa che vi lascio.

Avrete bisogno di poco tempo per preparare questo dolce, ma non dimenticate di tirare fuori dal frigorifero gli ingredienti almeno una mezz’ora prima di cominciare.

Ingredienti:

100 gr.di burro a temperatura ambiente; 200 gr.di zucchero; 3 uova; 250 gr.di fecola di patate; ½ bustina di lievito; 1/2 bicchiere di latte a temperatura ambiente; sale q.b.; zucchero a velo.

Lavorate a lungo il burro tagliato a pezzetti, morbido ma ancora plastico, con lo zucchero finché non otterrete una crema soffice. Potete utilizzare all’inizio un cucchiaio di legno e poi un frullino. Aggiungete un pizzico di sale.

Incorporate i tuorli uno alla volta continuando a mescolare.

In una terrina a parte unite la fecola di patate e la mezza bustina di lievito e unitele poi al composto di burro, zucchero e tuorli.

Aggiungete mezzo bicchiere di latte a temperatura ambiente, versandolo poco per volta e senza smettere di mescolare.

A parte montate gli albumi a neve soda e incorporate al resto.

Imburrate lo stampo e versate l’intero composto avendo cura di riempire lo stampo stesso fino a metà e non oltre (la ciambella si gonfia molto).

Fate cuocere in forno a 170° per 40 minuti circa.

Lasciate raffreddare e servite senza dimenticare lo zucchero a velo!

Nota da mamma in cucina: i bambini possono, come sempre, aiutare a preparare la ciambella. Se hanno l’età giusta per farlo si divertiranno a mescolare energicamente burro e zucchero e uova. Se sono abili, hanno l’età per farlo – e sempre sotto il controllo di un adulto- potranno montare gli albumi a neve. Certamente si divertiranno anche a rompere le uova e a separare i turni dagli albumi.

Il consiglio di GeekMum: se preparate la ciambella per merenda, oltre allo zucchero a velo, potete decorarla anche con fragole, lamponi e mirtilli.

Buona settimana in cucina!

Lucia Massarotti
Lucia Massarotti

Sono nata a Milano e quest’anno spegnerò -con gioia!- quaranta candeline. Dopo la laurea in Giurisprudenza e qualche bellissimo anno passato a lavorare in uno studio legale ho capito che il diritto non era la mia strada, ho lasciato i codici e ho scoperto che mi piace scrivere. Ho sposato il più straordinario compagno di viaggio che la vita potesse farmi incontrare e, insieme, siamo partiti per meravigliosa avventura: essere genitori di Enzo, nato sotto il sole dell’agosto 2015, e Matteo, che rende ancora più allegra la nostra famiglia dall’aprile 2018. Convinta del fatto che diventare genitori sia la nostra più grande occasione per crescere cerco, ogni giorno, di mettermi all’altezza dei miei bambini, di infilarmi nelle loro scarpine, provando a guardare il mondo con la loro stupenda curiosità. Dal gennaio 2019 ho aperto un blog, PiccolieCuriosi, dove racconto le mie avventure da mamma.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.