Questo post nasce dal mio lavoro di Digital PR. Molto spesso mi capita di fare scouting alla ricerca di nuovi blogger e blog. Durante l’ultima ricerca per un progetto nel quale devo coinvolgere delle mamme blogger mi sono accorta dei tanti errori più o meno gravi che vengono fatti all’interno di un blog personale.

Ecco qualche consiglio utile per realizzare al meglio il vostro blog:

  1. La mia URL?
    La prima domanda da porsi è “mi trovano sul web?”, molto spesso vedo nomi di blog impronunciabili, praticamente impossibili da ricordare, o ancora peggio con la dicitura .wordpress o .blogspot…ahi ahi!
    Quindi, come prima cosa scegliamo un nome facile o che in un certo senso ci rappresenta.
    Un esempio? Fraintesa blog di Francesca Barbieri, facile da ricordare perché (fra) è parte del suo nome.
  2. Che piattaforma uso?
    Anche in questo caso dobbiamo capire se lo strumento che stiamo utilizzando è funzionale per il nostro “spazio”. Fino a qualche anno fa le strade erano due: blogspot oppure wordpress. La prima piattaforma è diventata obsoleta, e molti blog sono stati “traslocati” su wordpress, uno strumento decisamente più funzionale e totalmente personalizzabile.
    Nel caso il vostro blog fosse ancora su una piattaforma diversa da questa vi suggerisco di valutare la possibilità di spostare il vostro blog, e perchè no magari pensare ad un restyling grafico!
  3. Home page
    Ordine e discipina“, la home page è praticamente la finestra sul nostro mondo. L’utente deve trovare con facilità i post, meglio se divisi in categorie.
  4. Il post
    All’interno di un singolo post non devono mancare questi elementi:
    . titolo
    . intro (non obbligatoria) ma molto utile in fase di lettura
    . immagine di copertina del post e fotografie all’interno del testo (mi raccomando modificate nome foto e alt)
    . tag (max 5 parole)
    . pulsanti di condivisione del post, se utilizzate il pulsante twitter è sempre buona cosa modificare il tweet aggiungendo via @nomeutente in questo caso avremo traccia di quante persone hanno condiviso il post partendo dal nostro blog. Utile no?
    . per gestire al meglio la parte SEO suggerisco di installare il plugin Yoast SEO, uno strumento utile che ci permette di analizzare la leggibilità del post e la parola chiave che abbiamo scelto di utilizzare.
  5. Chi sono?
    La sezione ABOUT dev’essere il più possibile esaustiva. Come il nostro CV o biglietto da visita dobbiamo fornire tutte le info “utili” a chi vuole mettersi in contatto con noi. Iniziamo col scrivere il nostro nome e cognome così da presentarci, poi sarebbe utile indicare:
  • città di appartenenza
  • anno di nascita o età
  • email visibile, se volete evitare lo spam basta mettere [@] o senza link diretto
  • contatti social per farvi seguire (verificate sempre i link)

Avete qualche altro suggerimento?
Scrivetelo nei commenti!

Frenci Bello
Frenci Bello

Mi chiamo Francesca Bello, vivo a Varese e sono una Digital Strategist Freelancer con 10 anni di esperienza. Il mio lavoro consiste nella creazione di una strategia e di concept creativi in campo Digital e Social Media. Social Media Marketing e Management, Advertising, Graphic Design e sviluppo website. Da Agosto 2018 sono diventata mamma di Bernardo, e questa è stata l'occasione per trasformare il mio blog in un magazine dedicato a mamme e bambini. In questo progetto meraviglioso ho la fortuna di aver trovato persone speciali, che condividono nei loro post le proprie esperienze e (dis)avventure.

2 Comments
  1. Che carino Franci. Mi hai fatto riflettere! La mia bio è pari a un testamento… la cambio
    Volevi che aggiungessimo dei consigli?
    Eccolo: aggiungere alla propria pagina il media kit
    Io lo sto facendo.
    Ho sentito dire che le agenzie e i PR apprezzino molto, me lo confermi?

    1. Ottimo sputo brava! Confermo che sia molto utile, personalmente lo invio quando mi viene richiesto perché lo personalizzo in base al progetto ma assolutamente lo si può rendere scaricabile da una pagina

Leave a Reply

Your email address will not be published.