Quante volte ti sei imbattuto in un link interessante?

Quante volte hai:

  • inviato una mail a te stesso con l’articolo;
  • schiacciato salva link su Facebook;
  • tenuta la finestra del browser aperta su quel sito per tempo immemore finendo sempre nella stessa situazione: quel link non lo hai mai più letto.

Ci ho azzeccato?

Sappi che io ho sperimentato ognuno dei tre punti sopra citati e, in alcuni casi, la sindrome da “non ho tempo ho troppe cose da leggere” si è impossessata di me.

Da qualche mese però ho sperimentato e adottato un metodo che mi sta davvero salvando.

Se anche voi fate parte del gruppo Socialgnock su Facebook sapete di cosa parlo. Qualche tempo fa in una conversazione ho raccontato come avevo detto ciao alla sindrome “oddio, oddio, oddio” per passare al punto “sai questa cosa l’ho letta in un post molto interessante, te lo inoltro”.

I miei alleati hanno due nomi e ognuno dei due ha una funzione estremamente diversa dall’altro: Pocket e Instapaper.

Partiamo dal primo: Pocket.

Se lo usi o hai intenzione di usarlo fai una cosa: installati l’estensione nel browser ORA. Non pensare di fare ogni volta copia – incolla del link perché no, sei pigro e hai bisogno di coltivare abitudini semplici (almeno nel primo periodo). Una volta rodato saprai ripetere l’operazione in qualsiasi circostanza. Si, iniziare subito dalla complessità non è un buon motivo. Pensa alla dieta. È la stessa cosa. E si, è per questo che non ci sei ancora riuscito.

pocket_come-salvare-contenuti-interessanti

Ma torniamo a noi.

Pocket, per chi non lo sapesse, è un tool online che ti permette di salvare link interessanti apponendo dei tag per identificarli. Una volta letti i contenuti potrai decidere se archiviarli o meno.

Instapaper: sostanzialmente fa la stessa cosa e invece dei tag propone l’archiviazione in cartelle.

come-archiviare-contenuti-interessanti_pocket-e-instapaper

Uso entrambi per generare caos?

No, in uno fermo i contenuti interessanti in attesa di essere letti e nell’altro ho la mia biblioteca di risorse online a portata di mouse. Pocket è essenziale per salvare i contenuti interessanti non appena li trovo.

Qui vi racconto anche di me, e della mia vita dinamica. Se dalle scadenze mi aspetto il massimo rigore, lo stesso lo pretendo dal caso.

Il caso è fantastico, per l’occhio che sa vedere fa trovare spunti interessanti quando meno te lo aspetti. Così mi è capitato di trovare link interessanti prima di aprire delle mail importanti e mentre sto leggendo altri post.

Per salvarli e non perdere il filo di quello che sto facendo invio tutto su Pocket dove corro non appena ho quei momenti liberi per recuperare gli arretrati.

Cosa faccio quando ho trovato un articolo interessante che voglio tenere da parte? Semplice, lo trasferisco su Instapaper e lo archivio su Pocket.

Com’è ad oggi la mia organizzazione su Instapaper?

Ad oggi ho 17 cartelle con una decina di articoli su ognuno. Le cartelle più gettonate sono: social media, copy, gestione del tempo e crescita personale.

Anche tu utilizzi Instapaper?
Quali sono le tue cartelle preferite?

Frenci Bello
Frenci Bello

Mi chiamo Francesca Bello, vivo a Varese e sono una Digital Strategist Freelancer con 10 anni di esperienza. Il mio lavoro consiste nella creazione di una strategia e di concept creativi in campo Digital e Social Media. Social Media Marketing e Management, Advertising, Graphic Design e sviluppo website. Da Agosto 2018 sono diventata mamma di Bernardo, e questa è stata l'occasione per trasformare il mio blog in un magazine dedicato a mamme e bambini. In questo progetto meraviglioso ho la fortuna di aver trovato persone speciali, che condividono nei loro post le proprie esperienze e (dis)avventure.

2 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.