Come ogni anno è già scattato il nostro countdown per tornare come sempre in Val Pusteria. Quest’anno poi saremo in 4, e non vediamo l’ora di far conoscere le nostre amate montagne al piccolo ET.

Per questo motivo ho pensato di scrivere un post con 8 escursioni da fare con i vostri bimbi, nel caso anche voi abbiate scelto queste magnifiche montagne come destinazione delle vostre vacanze estive!

Siete pronti?

  1. ISSENGO – Parco avventura Kronaction

    Il parco prevede percorsi per i bambini a partire da 2 anni e mezzo, al suo interno 14 percorsi e più di 140 stazioni KronAction é il parco avventura piú grande dell’Alto Adige. Grandi e piccini non avranno che da scegliere. Da fare tappa anche al vicino Lago di Issengo, amato dai bambini che scivolano nell’acqua e si divertono con la fontana in mezzo al lago e con l’area giochi.

2. MARANZA – Malga di Altafossa 

L’escursione alla Malga di Altafossa è un’altra idea di attività da fare, con un sentiero adatto ad un passeggino da trekking, all’arrivo c’è parco giochi per bambini immerso nella natura. Sembra di essere immersi in una fiaba: uno stagno con i mulini, i nanetti che spuntano dai sassi, gli gnomi dipinti a mano che caratterizzano gli angoli del rifugio. Da qui si può proseguire fino al Laghi di Campogrande: il tragitto dura circa un’ora, arrivando a quota 2.300 metri per un panorama da lasciare senza fiato, con vista sulle Odle, Sassopiatto e Sassolungo, ma anche Dolomiti di Sesto.

3. CAMPO TURES – Cascate di Riva

Le Cascate di Riva a Campo Tures, che nascono da torrente da cui prendono il nome per precipitare sulle pareti rocciose. Sono un’altra tappa obbligatoria in questa zona, c’è un bellissimo percorso immerso nel bosco, attraverso il “Sentiero di San Francesco” ispirato al Cantico delle Creature con opere di artisti locali, che porta ad avvicinarsi alle 3 cascate, in questo caso se avete dei bimbi piccoli il mio consiglio è di utilizzare lo zaino da trekking per arrivare fino alla 3° cascata (con un salto di 40 metri) immersi nella natura!

Se volete tornare all’arrivo al “volo” potete provare la Fly-line Wasserfall (durata 6 minuti) che permette di scendere nel bosco imbragati in una sorta di carrucola agganciata ad un tubo di acciaio, che compie curve e spirali. Per farlo bisogna salire sopra la terza cascata e prendere il biglietto alla cassa, senza bisogno di prenotazioni. Adatta anche ai bimbi con peso minimo di 10kg.

4. BRAIES – Malga Foresta

Se volete visitare il famoso lago, vi suggerisco di andarci in settimana con arrivo la mattina presto, non più tardi delle 7.30 così da non trovare la calca, merita almeno una volta di andarci. Il percorso che costeggia il lago dura circa 1.5 ore meglio con zaino da trekking per la parte di “salita” con scalini che costeggia la montagna. Potete noleggiare una delle barche di legno per godervi il lago (n.b qui ho ricevuto la proposta di matrimonio) oppure se volete uscire dal caos, dalla chiesetta che c’è sulla riva destra del lago parte un tragitto per MALGA FORESTA da fare con passeggino da trekking, percorso easy e all’arrivo si mangia davvero bene!

5. BRAIES – Prato Piazza

Sempre sulla strada di Braies fate tappa a Prato Piazza si sale in auto pagando un pedaggio, poi vi attende una lunga passeggiata pianeggiate, ideale con passeggino da trekking nella vallata è a 2.000 metri e il paesaggio è davvero mozzafiato!

6. SAN CANDIDO – Monte Baranci

Qua potete fare un’escursione di una giornata intera, è un parco meraviglioso 😍, raggiunto San Candido, si seguono le indicazioni per la seggiovia Haunold. Il rifugio si può raggiungere comodamente in seggiovia o per i più atletici a piedi, il tragitto a piedi di circa 4km tutto in salita! In cima oltre al rifugio inizia un ring chiamato “Il mondo del gigante” percorso adatto a tutti anche ai più piccoli in passeggino. Il sentiero porta alla scoperta del mondo del gigante perciò, posate giganti, occhiali giganti, pentole giganti. Tutto rigorosamente in legno. 

7. SAN CANDIDO – LIEZ (Austria) – Ciclabile

Sempre da San Candido parte la ciclabile fino a Lienz in Austria (cittadina molto carina). Si noleggiano le bici alla stazione e si fa tutta la ciclabile tappe intermedie fabbrica Loaker e Parco avventura Wichtelpark a Sillian dove ci si può fermare. Suggerisco di portare lucchetto e catena per le bici (soprattutto sul fronte Italia) se pensate di fermarvi a queste tappe. Una volta arrivati a Lienz per tornare indietro potete prendere il treno che vi riporta a San Candido. Per pranzo suggeriamo il nostro ristorante preferito Gosser Brau Im Alten Rathaus.

8. PARCO NATURALE OLPERL – Monte Elmo

Partendo da Sesto con la funivia si arriva in cima e ci aspetta un percorso stupendo da fare completamente a piedi scalzi 😍 o in alternativa un sentiero per i passeggini da trekking! Io amante dei piedi scalzi in ogni stagione non ho resistito, è stato bellissimo poter camminare, per scoprire, attraverso il tatto, la vista, l’olfatto e l’udito le diverse sensazioni provocate dai differenti materiali naturali come le foglie, i rami di pino, la corteccia, la sabbia, la segatura, l’erba, il legno, il fango, la ghiaia.

La lèggenda dell’Olperl è la seguente:

C’era una volta a Sesto una creatura misteriosa che tutti chiamavano “Olperl”. Non era nè uomo nè bestia. Di giorno restava nascosto nel punto più profondo del bosco, ma all’imbrunire si trasformava in un folletto dispettoso e si divertiva a spaventare contadini e viandanti con fischi acuti. Alla gente della valle era noto per i suoi brillanti occhi sporgenti. Si narra che, ancora oggi, di notte, l’Olperl si aggiri tra le montagne di Sesto e continui a fare dispetti alla gente.


Parlando di attrezzatura da montagna io vi suggerisco questi due must-have per affrontare al meglio le vostre escursioni:

  • Passeggino da trekking THULE Urban Glide 2 di cui qui trovate una video recensione:

Frenci Bello

Mi chiamo Francesca Bello, vivo a Varese e sono una Digital Strategist Freelancer con 10 anni di esperienza. Il mio lavoro consiste nella creazione di una strategia e di concept creativi in campo Digital e Social Media. Social Media Marketing e Management, Advertising, Graphic Design e sviluppo website. Da Agosto 2018 sono diventata mamma di Bernardo, e questa è stata l'occasione per trasformare il mio blog in un magazine dedicato a mamme e bambini. In questo progetto meraviglioso ho la fortuna di aver trovato persone speciali, che condividono nei loro post le proprie esperienze e (dis)avventure.

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.