L’estate attira inevitabilmente su di sé, come una calamita, il concetto di vacanza e di viaggio: alzi la mano chi non vede l’ora di abbandonare la vita frenetica della città, dopo un anno di fatiche lavorative e non solo!

Ecco perché oggi vi dò qualche suggerimento su come organizzare i viaggi con i vostri bambini, naturalmente con l’aiuto del web.

Con una premessa: se siete appassionati di viaggi, state aspettando un figlio e tutti vi dicono che “dopo col bambino vedrai, non viaggerete più!” non date loro ascolto. È l’ennesimo consiglio/profezia di malaugurio non richiesto. Certo, tutto sarà diverso. Cambieranno i ritmi e magari prenderete in considerazione mete che prima non consideravate. Ma vedrete il mondo attraverso i loro occhi, con il loro stupore e la loro curiosità, e questo è un regalo meraviglioso.

Pronti a partire?

  1. Ispìrati

La rete è piena di ispirazioni per i nostri viaggi, e Instagram è il luogo dove cominciare a sognare la prossima vacanza. Se i paradisi esotici dei lifestyle blogger non sono alla nostra portata di famiglie con bambini al seguito, provate a seguire i viaggi di alcuni Instagramer babyfriendly. Tra i miei preferiti ci sono @giuliegiordi (al secolo, Giulia Tibaldi e Giordano Garosio), una coppia di creativi con 3 adorabili bambini. Seguiteli con il loro van nel Grande Nord: le loro foto delle isole Far Oer sono semplicemente mozzafiato.

Un’altra Instagram family che amo molto è @likemiljian, una famiglia di 4 che ha lasciato Firenze per girare il mondo. Io li ammiro per il loro coraggio, per le loro foto coloratissime, per gli outfit sempre azzeccati: sono bellissimi e bravissimi, e dimostrano che avere figli non può e non deve essere una scusa per non muoversi da casa propria.

Quali sono le mete più baby friendly? Cosa visitare con i bambini? Potrò prendere l’aereo con un neonato?

Se queste e altre domande affollano la vostra mente, la soluzione è spulciare i migliori travelblog dedicati ai viaggi con bambini. Anche in questo caso ho una lista di preferiti: su Bimbi e Viaggi trovate la risposta a quasi ogni dubbio vi possa venire in mente, oltre a decine di itinerari già sperimentati da viaggiatori come noi – ne ho scritto anche io uno, dedicato a Parigi. Se il blog non vi dovesse bastare, sappiate che c’è anche un gruppo Facebook molto attivo e vivace.

Una delle mie travel blogger preferite, Federica Piersimoni, due anni fa ha avuto un bambino: vi consiglio di leggere anche i post dei suoi viaggi con il piccolo Giulio perché sono davvero utili e interessanti. 

© federicapiersimoni.it
  1. Riempi le Busy Bags

L’itinerario c’è, le prenotazioni anche, la valigia è quasi pronta… è ora di pensare alle Busy Bags! Che cosa sono: praticamente un kit di sopravvivenza per affrontare lunghi viaggi in aereo, nave, treno o auto. Di fatto, una borsa dedicata ai più piccoli contente giochi e attività di intrattenimento, possibilmente poco ingombranti ma al tempo stesso impegnative, da proporre ai piccoli durante il viaggio. Il contenuto dipenderà dall’età e dagli interessi del baby viaggiatore.

Se avete la fortuna di viaggiare con una compagnia aerea cinque stelle come Etihad, Qatar o Emirates vi verrà consegnato direttamente dalla hostess un kit di viaggio con giochi e attività creative. Anche alcune compagnie europee, sui viaggi a corto raggio, offrono un piccolo intrattenimento a bordo: qui trovate una lista di quelle più baby friendly (noi conserviamo ancora gelosamente un simpatico porta ciuccio di Aegean, ricordo nel nostro viaggio a Creta).

In alternativa, potete pensare voi alla creazione di questo prezioso strumento: album da colorare, matite, piccoli giochi di abilità, pupazzetti, macchinine… su Pinterest trovate centinaia di idee, ma se non avete tempo e praticità manuale andranno benissimo i giochini a pochi euro di Flying Tiger.  L’importante è proporre un gioco alla volta, per massimizzare la concentrazione del bambino e l’effetto sorpresa.

Il mio personale consiglio: dai 18 mesi circa potete proporre gli album di sticker (sono bellissimi e intelligenti quelli di Usborne) che vi salveranno la vita in viaggio ma anche al ristorante e in altre occasioni! 

  1. Divertiti!

Sit back, relax, and enjoy your flight!”, ce lo dicono anche gli assistenti di volo (pure sulle low cost)! Sembra una banalità ma è vero: se noi siamo rilassati, anche i nostri bambini si godranno il viaggio e la vacanza. Poi lo sappiamo, con loro l’imprevisto è dietro l’angolo: imparare ad affrontarlo con il sorriso e un po’ di filosofia è il segreto per approfittare di questi momenti unici con i nostri bambini, e farci contagiare dal loro entusiasmo è la cosa migliore che possiamo fare. Buone vacanze!

© Pinterest
Avatar
Myriam Sabolla

Adoro le storie e da sempre mi piace raccontarle. Per farlo, uso le parole e le immagini. Sono spesso occupata a preparare il mio prossimo viaggio, e amo il cibo (soprattutto mangiarlo!): ecco perché ho scelto di collaborare principalmente con aziende del settore food e travel. Amo la tecnologia (a 8 anni ho smontato il mio primo computer), soprattutto quando ci semplifica la vita. Dal 2015 sono anche la mamma di Adele, la bambina che mi ha stravolto il mondo. In attesa di un'altra bimba.

Ancora nessun commento

Lascia un commento

L’indirizzo email non sarà pubblicato.